Skip to content
Hotel Salera

Cos’è e come Airbnb lavora per gli hotel

Sapevate che Airbnb può essere un’ottima scelta per la vostra attività alberghiera? Qui puoi imparare ad utilizzare Airbnb per gli hotel e iniziare a vendere le tue camere attraverso quel canale.

La prima cosa da capire nella categoria degli “affitti collaborativi”, il segmento in cui si trovano Airbnb e i suoi simili, è che si è parte di una comunità. Questo piccolo cambio di modello impatta in diversi modi il classico modello di ospitalità che già conoscete…. ma non vi impedisce di fare alcuni aggiustamenti per adattarlo alla vostra attivita’ alberghiera.

Per entrare o non entrare nel modello Airbnb?

Gli hotel standard o le catene alberghiere non sono presenti su Airbnb semplicemente perché non sono il suo mercato di riferimento. Ma per un albergatore indipendente come te, la storia cambia.

E la realtà è che l’avanzata di Airbnb è impossibile da fermare. Allora, cosa fare?

Per alcuni membri della comunità alberghiera internazionale, la soluzione sta nel reinvenzione dell’offerta e dei servizi antidoti per affrontarlo o l’adozione di strategie per difendersi.

Ha senso fare guerra ad Airbnb o ad altre aziende che minacciano le attività tradizionali? Come nel caso degli avversari di Uber, che affrontano Airbnb con l’obiettivo di toglierlo di mezzo, di solito non hanno un successo rilevante. Dopo tutto, chi sono le persone che mantengono in vita questi servizi? Gli utenti, naturalmente!

L’importante è ascoltare l’utente e chiedergli perché preferisce Airbnb a qualsiasi hotel. Ecco la chiave.

Di fronte a questa situazione, vogliamo offrire un’alternativa. Uso Airbnb per gli hotel può essere un’ottima opportunità per gli albergatori indipendenti che creano esperienze di viaggio uniche e prodotti particolari, o che aderiscono a diversi ideali della società di oggi, come la cosiddetta “sharing economy” applicata da Airbnb e da altre aziende con modelli di business simili.

Nella logica dell'”universo Airbnb”, mentre tu offriresti le tue camere d’albergo come qualsiasi OTA, cambierebbe il modo in cui le presenti e le vendi. Quando si utilizza Airbnb per gli hotel, l’intenzione è quella di presentare il proprio spazio come se fosse una casa dove si è ospiti, con tutto il calore e il trattamento diretto che ne consegue. Tutti i vostri sforzi devono essere concentrati per far sentire il visitatore come a casa propria.

Sei interessato? Pensi che il tuo hotel possa adattarsi allo stile proposto da tutti gli utenti di Airbnb? In caso affermativo, dovrete far parte di questa comunità di ospiti e ospiti.

Come aggiungere il tuo hotel ad Airbnb

Affinché il tuo hotel sia presente su Airbnb, devi semplicemente creare il tuo profilo.

Il concetto di host/hotel e cliente/ospite è qui piuttosto nebuloso, in quanto si presume che tutti i partecipanti a questa comunità sono individui (non imprese)e che queste persone possono condividere un alloggio con gli altri.

In altre parole, ci può essere uno scambio di hosting diretto (peer to peer) e senza intermediari tra gli utenti. In questo modo, “chi cerca alloggio” potrebbe a un certo punto diventare “chi alloggia”.

Sono sicuro che ti stai chiedendo Come si afferma la vostra attività come marchio in questo settore? Qui vi offriamo due opzioni e sarete in grado di scegliere quella che vi sembra migliore.

1. Apri il tuo account come un’altra persona della comunità

Semplice: puoi possedere il tuo hotel e aprire il tuo account come membro della community di Airbnb. In questo caso ti consigliamo di non utilizzare il tuo account Facebook per registrarti, ma piuttosto un’e-mail, in quanto probabilmente dovrai condividere il tuo accesso con il tuo team in modo che possa gestire le prenotazioni

Un consiglio: è una buona idea utilizzare il proprio account almeno una volta come “inquilino” per farsi un’opinione come “ospite”.

2. Creare un profilo con i dati istituzionali dell’azienda.

Il problema qui è che troverete molti campi senza essere in grado di completarli, in quanto dovrebbero essere compilati da una sola persona (esempio: Cosa ti piace fare?). Al di là di questo dettaglio, la nostra opinione è che tu crei il tuo profilo personale, soprattutto se sei un albergatore indipendente.

“Airbnb for hotels” non esiste. Questo servizio è per le persone che appartengono ad una comunità. Si può essere quella persona, con il piccolo dettaglio di essere l’orgoglioso proprietario o gestore di un hotel.

E’ un’azienda utilizzare Airbnb per gli hotel?

È chiaro che Airbnb non si presenta come intermediario rispetto ad un OTA (Online Travel Agency). E’ piuttosto un facilitatore. Ma alla fine, tutti gli utenti della community sono clienti Airbnb: gli ospiti e gli host, i viaggiatori e gli host.

Airbnb offre sicurezza e qualità sia all’acquirente che al venditore, e quindi entrambi sono disposti a pagare un prezzo “minimo” per il servizio fornito.

Il venditore (in questo caso il vostro hotel) dovrà pagare il 3% dell’importo totale della prenotazione per le spese di transazione e di servizio. Non è molto se si considerano le commissioni normalmente gestite dagli OTA o dai tour operator. Inoltre, viene offerta un’assicurazione fino a 1 milione di dollari se la vostra proprietà si trova in uno dei 16 paesi coperti.

L’acquirente, invece, paga tra il 6% e il 12% dell’importo di riserva. La percentuale dipende dall’entità dell’importo finale; un pagamento minimo per il servizio Airbnb.

Come potete vedere, la proposta di aprire un profilo airbnb per gli hotel può non solo aiutarvi a competere con altri spazi della vostra zona, ma anche rivolgersi ad altri pubblici, aumentare i canali di vendita e generare una maggiore redditività.

Pensi di avere già molti canali di prenotazione online attivi? Non è un problema!