Skip to content
Hotel Salera

9 suggerimenti che faranno scattare le tue visite al blog dell’hotel

Ogni giorno, circa due milioni di pubblicazioni sono scritte in blog. Questo strumento, come SEO e social network, determina il traffico che viene attratto dal sito web dell’hotel e mantiene gli utenti, aumentando le possibilità di prenotazione. Tuttavia, proprio il fatto che così tanti contenuti vengono generati quotidianamente, lo rende ancora più necessario differenziare i contenuti offerti sul blog. Ecco alcune idee sul tipo di contenuti che potrebbero essere inclusi:

1. Interviste ai dipendenti

I membri del team fanno una grande differenza per la concorrenza. Oltre a questo, collegare i lavoratori con gli ospiti prima del loro arrivo e una volta che se ne vanno aiuterà a costruire legami, fiducia ed esperienze memorabili. Questo non solo offre vantaggi per gli ospiti, ma anche per l’ambiente di lavoro, dove i dipendenti si sentiranno più integrati e a proprio agio sapendo che vengono presi in considerazione

2. Scrivere messaggi lunghi

La maggior parte delle aziende scrivono voci da 350 a 700 parole. La verità è che più lunga è la pubblicazione, meglio sarà posizionata nelle classifiche, poiché quelle che appaiono nei primi dieci risultati di ricerca hanno in media più di 2.000 parole. A parte questo, la quantità di back link (link che una pagina riceve da un’altra pagina) che un blog attrae è proporzionale alla lunghezza del testo.

D’altra parte, è necessario prendere in considerazione l’uso di parole chiave appropriate, che aumenteranno le prestazioni e attireranno più traffico dai social network e dai motori di ricerca.

3. Includere le chiamate all’azione

Si potrebbe dire che le “chiamate all’azione” sono l’elemento che trasforma i lettori in acquirenti, poiché sono invitati a iscriversi alla newsletter, a visitare il sito web dell’hotel per effettuare una prenotazione diretta….. Naturalmente, questi pulsanti interattivi devono essere distribuiti in tutto l’ingresso.

4. Annunciare le vostre notizie

Il fatto che i lettori del blog possano leggere le ultime notizie dal vostro hotel o anche dal settore vi aiuterà a fidelizzare, soprattutto se viene fatto continuamente. Non sarà la prima cosa che faranno quando si sveglieranno, ma è un modo per mostrare l’attività dell’hotel e la sua determinazione a garantire al cliente i migliori servizi.

5. Raccomandazioni locali

Il rapporto tra i lavoratori e gli ospiti non deve necessariamente limitarsi alle questioni relative al soggiorno, in quanto può estendersi alle attività che il viaggiatore deve svolgere al di fuori dell’albergo. In questo modo, potrebbe essere una buona opzione per includere raccomandazioni nel blog, come ad esempio una top ten con i migliori supermercati, ristoranti, quartieri, ecc.

6. Consigli di viaggio

Dall’imballaggio delle valigie al seguire uno stile di vita sano quando si viaggia, ci sono molti argomenti su cui scrivere quando si tratta di consigli per la preparazione al viaggio.

7. Evidenziare altri blog

Menzionare altri blog farà vedere all’ospite che, oltre al proprio hotel, c’è una preoccupazione per l’esperienza complessiva del cliente. Serve anche a creare un’atmosfera di collaborazione con gli altri blog e hotel, che sicuramente cercheranno di farti arrivare al traffico quando vedranno che stai facendo lo stesso per loro. Queste nuove relazioni ti aiuteranno a ottenere più simpatie e pubblicazioni condivise sui social network.

8. Includi immagini

Le pubblicazioni che contengono almeno un elemento visivo ottengono più interazioni sui social network di quelle che non ne hanno affatto. Grafica, illustrazioni, illustrazioni, fotografie….. tutto servirà a dare colore alla pubblicazione. Inutile dire che non è necessario che i messaggi siano sempre basati sul testo, in quanto possono essere gallerie di immagini in cui prevale il contenuto visivo, o infografiche che trasmettono il contenuto direttamente all’utente.

9. Un titolo accattivante

Infine, le pubblicazioni dovrebbero avere un titolo che attira l’attenzione del lettore ed è il più breve possibile, dato che molti motori di ricerca prendono in considerazione solo i primi 60 caratteri. I messaggi che iniziano con numeri (come questo!) hanno più visite e sono condivisi di più, quindi conta il numero di punti che la tua voce potrebbe avere e includerlo nel titolo.